Piazza Martinelli
dentro e fuori la musica

di: Redazione | 16 giugno 2012

“Bisogna imparare a giudicare una società in base ai suoi rumori,
alla sua musica e alla sua festa”
Jaques Attali

Premesse
Manca un luogo dove la musica possa ritrovarsi. A Como gli spazi musicali sono pochi e quei pochi si limitano ad offrire solo occasioni esecutive o di studio. Non basta!
Il Teatro, il Conservatorio, il Carducci, o le varie sale prove non riescono a raccogliere le tante potenzialità di una città che, senza accorgersene, sta divenendo giorno dopo giorno sempre più “musicale”.
Manca un luogo di incontro, di scambio di idee, di produzione, di confronto. Un “luogo laboratorio” che possa ogni giorno essere un punto di riferimento per il musicista od il semplice appassionato, un luogo di musica e di parole, di riflessione e di condivisione di esperienze musicali diverse. Un luogo che possa dar vita a nuovi progetti culturali per la città collegati a microeconomie. Un luogo dove la musica torni ad essere un elemento di conoscenza e di coesione e non solo di svago o di intrattenimento.

Questo luogo per noi è Piazza Martinelli e l’ ex Circoscrizione 7.

Piazza Martinelli: uno spazio da ascoltare
I luoghi di una città hanno una loro identità storica, monumentale, sociale che si costituisce nell’immaginario di una comunità. Non sempre però è facile comprendere la funzione di alcuni spazi che nel tempo si sono trasformati smarrendo i propri riferimenti territoriali, senza, apparentemente, assumerne di nuovi.
Così riteniamo sia accaduto in Piazza Martinelli a Como che, dopo gli ultimi lavori di risistemazione, non è ancora riuscita a trovare una propria identità. In questi mesi ci siamo convinti che per trovarla forse bisognerebbe saper interrogare quello spazio non con lo sguardo, come si è soliti fare, ma con l’ascolto. E’ infatti l’acustica il bene più prezioso di questa grande ansa che si apre lungo la stretta via Bonanomi raccogliendo, grazie ad una strana concomitanza di fattori casuali, un suono che nessun altro spazio all’aperto della città può prometterci così bello e generoso.

Sulla piazza inoltre si affacciano gli ampi locali della Ex Circoscrizione 7 di via Collegio dei Dottori che da pochi giorni hanno smesso di svolgere questa funzione. Locali che potrebbero ritrovare, in un progetto complessivo di recupero una precisa destinazione in sinergia con le attività della piazza durante la stagione estiva e come Laboratorio permanente sulla musica negli altri mesi dell’anno.

Un’opportunità unica per una città a vocazione culturale.